Back to #Carloforte: Isola di San Pietro, Sardegna, Italia…..

Anche 3 giorni possono bastare su quest’isola. Per conoscerla un pò, per entrare nella sua atmosfera, per godere dei suoi luoghi più nascosti e distintivi. Sei in Sardegna…ma te lo dimentichi già da quando la vedi in lontananza, dal traghetto. Sembra una cittadina ligure, con le sue casette colorate e le persiane verdi di legno, i carrugi e le piazzette circondate da campanili e scalinate. Anche l’accento qui è diverso…così come il cibo. Un angolo di Liguria con il mare turchese e le tradizioni sarde.

E’ la terza volta che torniamo qui…nonostante la scomodità per raggiungerla e per tornare. Quasi 24 ore di viaggio e 2 navi. Ma vale tutte le fatiche e ti ricompensa. Intanto con un cielo perennemente blu. Ma non un blu normale: un blu profondo, scuro, impenetrabile. Poi c’è il mare…spesso roccioso e a volte invece basso e sabbioso. Quasi sempre battuto dal maestrale, che crea onde su cui volare con la tavola da surf. E poi ci sono le strade nella campagna intorno, ci sono rocce a picco sul mare che ti spaventano per l’altezza e la maestosità, c’è il faro più isolato che mai e forse più ad ovest d’Italia. Oltre quell’orizzonte immagini terre lontane, altre isole buttate nel Mediterraneo ..che si assomigliano tutte..tanto.

Siamo stati qui a trovare mio fratello (e la sua compagna)..che come dice lui…vivono in una casa “sull’acqua”…al Geniò. Un posto molto speciale, fuori dai soliti circuiti di vacanza, in una casa bianca antica, un “barraca” (come le chiamano qui) e dove di notte sei avvolto dal buio stellato e dal rumore del mare. Quest’anno si è dedicato al Cinefestival e ha portato sull’isola oltre alla sua musica anche dei film da proporre ai turisti. Un bell’evento. Ed infatti a differenza di quasi tutti gli altri paesi sardi, dove alla sera ti senti perso nel vuoto cosmico, qui la cittadina è illuminata da locali, negozi, bar, bancarelle, proposte ed attività culturali. Fino al mattino..dove tutto ricomincia con i ritmi lenti di un’isola del sud del Mediterraneo.

Sono stati soltanto 3 giorni (rubati ad una vacanza già molto piena)..ma intensi, pieni, veri, distaccati da tutto il resto. Come se avessimo compiuto un viaggio apposta per raggiungerla. E una volta qui il tempo si fosse dilatato a dismisura. E’ un’isola particolare, che merita di sicuro una visita. In Sardegna ci sono spiagge più belle….e  anche il mare in alcuni punti è forse più spettacolare… ma qui c’è il fascino dell’autentico, che in altre zone dell’isola sarda si è perso, per lasciare spazio a situazioni un pò asettiche create per un turismo di passaggio, superficiale e volubile.

PS: dog beach ovunque

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...