In my place: Sardinia

Chiamo questo articolo “In my place” perchè alla mia età ho ormai una piccola lista di luoghi che posso chiamare così e la Sardegna è senza dubbio uno tra questi. Ci torno e ritorno in continuazione ed ogni volta è un’esperienza nuova ed entusiasmante. Appena sbarchi dalla nave percepisci che sei in un luogo diverso, distante dal resto: i profumi, le montagne, perfino il cielo e il tutto intorno a te è definito da pochi colori ma super intensi, Non vedi brutture ma molta natura selvaggia e le persone nella loro discrezione e semplicità le trovo meravigliose. Ovviamente….la nostra meta è sempre a sud. Perchè è ancora più selvaggio, isolato e affascinante. E perchè così il viaggio (in macchina perchè abbiamo un cagnolino) diventa lungo lunghissimo…le soste, gli imbarchi e i panorami sono infiniti e tutto sa tremendamente di una faticosa ed avventurosa estate.

La cosa sorprendente di questa vacanza però è stata la compagnia: da quando è nata Vitto (figlia ultra unica) cerco di farle frequentare bimbe coetanee…che vivono vicine, con cui condividere la quotidianità, la scuola, le attività sportive, il parco sotto casa, le feste e le stesse amicizie. Vorrei che trovasse una anima simile da portarsi dietro nella vita, un’amica vera..di quelle che ti conoscono da quando sei nata e con cui hai condiviso talmente tanto da potersi dire sorelle. Per uno straordinario caso del destino, l’anno scorso (sempre in Sardegna) abbiamo conosciuto una famiglia con una bimba di 9 anni  e quest’anima da me tanto anelata, non vive sotto casa e non può condividere con noi moltissima quotidianità, ma Vitto se n’è perdutamente innamorata ..tanto da replicare l’esperienza quest’anno.

Mai nessuna scelta fu più azzeccata: è stato un vero idillio e a volte mi sono stupita di fronte ad una modalità, un’affettuosità, un’empatia che Vittoria non ha mai riservato ad altri che a me, padre e cane. E’ incredibile come anche i bimbi si scelgano e trovino una chiave per stare insieme che a noi adulti risulta misteriosa. Sono stra felice di questa amicizia….ormai la Cami è una di casa e tutti noi l’adoriamo.

Tornando alla nostra vacanza…vorrei scrivere 2 dritte:

Abbiamo alloggiato 2 settimane all’Hotel Parco Torre Chia (4 stelle all inclusive). Con Servizio Viaggi 3300 euro in 3 con nave e servizio spiaggia incluso. Ne ho lette di ogni sui vari forum e qui mi sento di dire qualcosa. Ci sono state delle mancanze….accettabili e che non hanno pregiudicato in alcun modo il successo della nostra vacanza. Si tratta di un villaggio grandino, posto su una collina (quindi piuttosto faticoso tra salite e discese) a 5 minuti di una bella camminata nella pineta per raggiungere il mare. Qui arriva la prima nota un pò dolente: la sabbia è a grana grossa, talvolta sassosa ed è un vero paradosso visto i km e km di costa sabbiosa che caratterizzano il sud della Sardegna. Ma questo non è stato un grave problema perchè attraversando un piccolo boschetto di pini marittimi si raggiungeva una meravigliosa spiaggia di sabbia. Nonostante questo neo… ovunque il mare è stato splendido, con le consuete sfumature  e striature di blu, celeste, turchese e verde a cui la Sardegna ci ha da sempre abituato. Le camere enormi, con letti king size e terrazzini comodossimi. Il cibo è stato in continua evoluzione verso il meglio e la seconda settimana abbiamo sempre trovato 2 o 3 varietà di pesce… oltre ai mega buffet di verdure, primi, secondi, frutta e dessert. Il personale cordiale e l’animazione molto presente. La struttura del villaggio non permetteva grande intrattenimento per i bimbi in spiaggia e un pò per questo motivo, un pò perchè le nostre figlie si bastavano da sole, abbiamo usufruito poco del servizio. Volendo però… la possibilità di dimenticarsi i bimbi per qualche ora nell’arco di tutta la giornata/serata… è sempre stata un’alternativa più che ben organizzata.Per gli adulti non mancavano momenti di spettacoli e sport a discrezione e mai troppo invasivi. Aggiungo infine 2 note: una piscina incantevole, enorme, panoramica e separata addirittura da quella dei piccoli e il dog welcome (10 euro al giorno per una ciotola e una brandina in camera, la possibilità di farlo passeggiare nel villaggio e anche in piscina e un occhio semi chiuso sulla spiaggia). Infine proprio accanto alla spiaggia  dell’hotel esiste una spiaggetta per cani (COSA RARISSIMA DA TROVARE IN SARDEGNA!!!!!)

Vengo ora alle escursioni….imperdibili e tutte a pochi km dal villaggio:

Spiaggia di Su Giudeu, Chia, Capospartivento, Campana e Tuerredda (consiglio fortemente una cena nel chiringuito posto a metà spiaggia: ottima location, cibo squisito e vino ricercato), Is arenas biancas (dune sul mare, visitabili dopo le 7 di sera entrando nella riserva militare e percorrendo 7 km di sterrato: LUOGO MAGICO) e Pula. Tutte queste mete sono raggiungibili atrtaverso la statale 171 (ultra panoramica ). Tutta la costa è costellata di torrette di avvistamento che possono essere in alcuni casi visitabili. Dalla spiaggia dell’hotel parte un’incantevole camminata su sterrato che per 3 ore circa si snoda sui promontori e le rocce che cadono nel mare. Infine a Chia esistono 2 maneggi che organizzano passeggiate nella laguna.

Per noi è stata come sempre un’esperienza favolosa. La Sardegna non delude mai

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Jpeg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...